Giovanni Petronio con questo libro arricchisce di documenti e storie e con un capitolo dedicato alla tratta ferroviaria Cosenza/Catanzaro, una delle vicende che ha maggiormente colpito la terra di Calabria.

È l’ultimo giorno di scuola, il 23 dicembre del 1961, studenti calabresi del catanzarese, come ogni mattina, si alzano presto per prendere il treno che dai loro paesini dell’interno li condurrà alle scuole del capoluogo di provincia. Stanno già pregustando le prossime vacanze natalizie, Natale è già qui pare sentirli cantare i piccini sonnecchiando come cherubini arruffati, quando dal treno si stacca un rimorchio, esce dal binario e precipita da un viadotto terminando la sua folle caduta di angelo abbattuto nel greto del torrente Fiumarella, nei pressi della città di Catanzaro. Una tragedia. I corpi ammassati in unico fatale abbraccio, straziati, il caos dei soccorsi, i familiari che accorrono attoniti e disperati. Un pezzo di ferraglia si imprime nella creta come nella mente. Settantuno morti, quasi tutti studenti. Un dramma che ha sconvolto tanti tantissimi paesi del circondario, ma che ha colpito in primo luogo Decollatura; e proprio un figlio di questi luoghi ha voluto strappare il ricordo e le testimonianze di questa tragedia al rischio dell’oblio, far conoscere la notte piombata su quel frammento di terra.

 

GIOVANNI PETRONIO

I ragazzi della Fiumarella - Un disastro ferroviario a colori. E poi?

Edizione aggiornata e arricchita 2019, 282 pag.

isbn: 97888-8578-95-62

 

Scopri di più sull'autore

I ragazzi della Fiumarella Ed. aggiornata e arricchita

€19.00Prezzo